Quanto sei curioso? Quadri di Karina Chechik nel magico borgo di Certaldo Alta

Tempo di lettura 3 minuti. 

Una lieve pioggerella autunnale avvolge le rotondeggianti colline di Certaldo

Certaldo Alto

e dentro le irregolari mura di un palazzo millenario, un albero spoglio trova il suo rifugio.

Karina Chechik, Palazzo Pretorio, Certaldo

Qual’è il suo valore estetico? Cosa rappresenta? E’ importante avere sempre un’idea intellegibile dietro l’opera?

Karina Chechik, Palazzo Pretorio, Certaldo

A volte c’è un eccessivo attaccamento alla volontà di conoscere cosa rappresenta un dipinto, una scultura, o qualche altra artefatto appartenente alla storia dell’umanità, senza prima osservare l’opera e senza ancora aver preso la decisione di trovare interesse nell’opera stessa.

Karina Chechik, Palazzo Pretorio, Certaldo

“L’autore qui mostra [questo] perché vuole trasmettere [quest’altro], spinto da [questa esperienza della sua vita]”.

Questa è la storia che spesso si racconta, nelle scuole o visite guidate, ma se potessimo chiedere ai grandi nomi dell’arte il significato e la motivazione che ha spinto a produrre le proprie opere, che risposte avremo? C’è veramente tutto questo impulso razionale dietro l’arte, o è un’etichetta che apponiamo noi per riempire libri e cataloghi? Dove finiscono i fatti e dove incomincia la nostra proiezione sulle opere?

Karina Chechik, Palazzo Pretorio, Certaldo

Un percorso alternativo è lasciare che la curiosità individuale possa portare al desiderio di approfondimento dell’opera, dell’autore e della storia che lo precede.

Karina Chechik osserva un suo dipinto:

Karina Chechik, Palazzo Pretorio, Certaldo

Anziché raccontare tutto e presentare tutti i fatti, lasciamo che l’individuo si ponga prima la domanda. Se non esiste ancora la domanda che senso ha spingere forzatamente la risposta?

Karina Chechik, Palazzo Pretorio, Certaldo

Abbiamo saturato il “mercato” di risposte e ci siamo dimenticati di investire nelle domande. Senza curiosità la conoscenza perde di valore.

Karina Chechik, Palazzo Pretorio, Certaldo

Al giorno d’oggi (infinita conoscenza disponibile ovunque) il ruolo dell’insegnante è diventato superfluo nella trasmissione della conoscenza, abbiamo bisogno di educatori che guidino l’apprendimento degli studenti, e gli studenti sono coloro che dovrebbero diventare gli insegnanti di sé stessi.

Palazzo Pretorio, Certaldo

Questo è fondamentale, non solo per apprendere, ma anche per sviluppare le capacità di ragionamento e riflessione.

Possiamo scegliere di vivere la nostra vita ripetendo le opinioni di altri, seguendo le grandi masse nel bene e nel male,

Karina Chechik, Palazzo Pretorio, Certaldo

o possiamo domandarci il perché. E così nasce un’idea.

 

Consiglio fortemente di visitare Certaldo Alta, e il palazzo Pretorio, dove attualmente sono esposti i quadri di Karina Chechik, anche a tutti gli abitanti locali. A volte la bellezza è nascosta dietro l’angolo, ed è troppo scontato venire a scoprirla.

Link:

informazioni sulla mostra:
sito ufficiale del Comune di Certaldo

http://www.arte-sanlorenzo.it/

opere di Karina Chechik, siti ufficiali:
www.karinachechik-art.com
www.karinachechik.com

fotografie e testo di Viacheslav Zakharov

Recommended Posts

Leave a Comment

Contattami!

Risposta (quasi) garantita in 24 ore!

Non è leggibile? Cambia il codice! captcha txt